Collettivo Teatro Folk
 

[2]

Il C.T.F. ha realizzato tournéé in tutta Italia e all’estero,con un esordio davvero particolare al festival nazionale de l’Unità nel settembre del 1975 a Firenze alle “Cascine”.Il gruppo non ancora ben definito, la formazione che cambiava continuamente, ma una cosa era chiara, almeno per alcuni di noi: la gran voglia di fare musica popolare fuori da qualsiasi forma di commercializzazione,”controcorrente”. Qualcuno dello staff mi chiese di suonare, mi aveva scambiato per Franco Trincale,

allora famoso folk singer italiano con diversi L.P. al suo attivo.Spiegai che Trincale lo conoscevo solo attraverso i dischi,non ci fu verso:”stasera all’arena della gioventù, dopo il concerto del coro polifonico della Repubblica Democratica Tedesca suonate voi”.

         

Avevo con me solo l’inseparabile chitarra con gli adesivi contro la guerra, qualcuno suggerì di usare una “cascètta” e delle “buàtte” come percussioni (pensavo al concertone di Demetrio Stratos con gli Area,

    

all’incredibile virtuosismo saxofonistico di James Senese con Napoli Centrale al teatro tenda allestito nel villaggio,

    

al mega concerto degli Inti-Illimani,

         

all’arena centrale con la chiusura di Enrico Berlinguer), tutti aspettavano Trincale ma rimasero perplessi quando annunciai “concerto di musica e canti popolari per voce, chitarra e cascètta”.A giudicare dalla partecipazione devo dire che la cosa piacque molto.I concerti si susseguivano senza sosta: Prato,

Firenze, Saronno, 

Como,

Vico Equense-Sorrento-Congresso nazionale alimentaristi C.G.I.L.-C.I.S.L.-U.I.L.(vendemmo due casse di dischi in quel concerto),

Paestum, 

Bruxelles (grazie davvero a Franco Iannello, EUROPEAN COMMISSION DG ENTERPRISE e membro del consiglio internazionale FILEF - Bruxelles, a Nadia e Pietro Buttini, Nadia Buttini segreteria DS di Bruxelles e presidente LA LOUVIERE - Belgio, a Francesca Marinaro, a Elena Nardiello, a Grazia Francescato, a Dario Baldan, ad Antonio col quale mi scuso per gli accordi del mandolino mai inviati e grazie a tutti gli amici, giovani e minatori del Belgio per la cordiale ospitalità),

         

Limburgo, 

Anversa, 

Zolder, 

Liegi, 

    

Charleroy, 

La Louviere,

Winterslag, 

Roma “la magliana”,

”Frattocchie”,

”Radio Città Futura” Torino (un pensiero affettuoso per Enzo Caiazza che portò i nostri dischi), RTB Radio Televisione Belga, 

                                                                   

Rai Uno – Roma, Zeus record – Napoli, ecc.,

    

anche perché la nostra disponibilità era continua e assolutamente accessibile.

    

<<Dietro<<                                                                                                                                                >>Avanti>>

.:: created by Alfonso Avagliano & Antonio Roberto. Aggiornamenti e Modifiche a Cura del CTF ::.
Introduzione Galleria foto Rassegna stampa Discografia News download Informatori forum info Gruppo Zed